lunedì 8 novembre 2010

La proposta di matrimonio

Come di consueto, apriamo la settimana con un'ospite graditissima. A voi Amaranta.

- Permette che mi presenti? Colonnello Silas Arthur Flannery, ai suoi servigi.
Il gigante, presentandosi, ha proprio detto così: ai suoi servigi, flettendo il busto in un accenno d'inchino.
Istintivamente ho nascosto le mani nelle tasche del cappotto per il timore d'un baciamano.
- E lei, se sono bene informato, dev'essere la signora Amaranta Dell'Antro, a cui porgo i miei rispetti - La voce cordiale, senza ombra di affettazione, scaturisce da sotto un paio di formidabili mustacchi da ufficiale prussiano mentre mi tende la mano per ufficializzare, secondo l'etica e la buona creanza, l'avvenuta presentazione.
Devo avere dipinto sulla faccia, in una espressione che presumo idiota, lo stupore prodotto dalla sua singolare figura e da quel saluto d'altri tempi, e che so bene dovrei tramutare in una  mimica di una qualche intelligenza per dar mostra di aver almeno compreso.
- Piacere - è tutto quello che riesco a dire mentre contraccambio la stretta.
Ha la stretta solida del soldato e, nel contempo, quella cortese del  gentiluomo: non indugia nel trattenermi, oltre il dovuto, la mano.
Da sotto i mustacchi accenna un sorriso.
È un sorriso transitorio che gli si esterna negli occhi.
Deve aver imparato, col tempo, a sorridere con gli occhi per lasciare alla bocca il compito del comando.
- Si starà chiedendo, signora, il perchè di questa mia invasione nel suo territorio e, già da ora, le chiedo scusa se le sembrerò inopportuno ma, le assicuro, che le istanze che mi hanno sollecitato a fare la sua conoscenza in maniera così  informale, nascono da  motivazioni serissime sulle quali a lungo, e profondamente, ho riflettuto, come è giusto debba fare un uomo della mia età -
- Mi scusi Capitano, ma è come se io l'avessi già conosciuta da qualche parte, non fisicamente, me ne ricorderei, ma......anche  il suo cognome mi sembra noto.-
- Forse lei avrà sentito parlare di Silas Flannery, mio nipote. Ci siamo trasferiti da poco in Blogosphere ma, immagino, che lui abbia già fatto qualche amicizia. Io sono appunto suo zio, Colonnello Silas Arthur Flannery . Colonnello, signora, e non Capitano. - Puntualizza con la bocca e mi sorride con gli occhi.
- Ma certo, Silas Flannery, il giovane scrittore che abita nella palazzina bianca e gialla ad un paio di blog dal mio antro. Ci ha presentati un amico comune  e...... dunque lei è il Colonnello di cui Silas ci ha narrato le gesta. Suo nipote è un affascinante narratore. Ne può andar fiero.-
- Sentire lodare il mio Silas, gentile Amaranta, non può che far bene al mio vecchio cuore e, se mi permette, è proprio del mio vecchio cuore di soldato che sono venuto a parlarle, contando sulla sua cortesia e sulla sua connaturata discrezione e, sperando, nel suo appoggio per la mia proposta di matrimonio per Caterina Belgrano, la Colonnella, vostra parente o intima amica, come mi par di aver dedotto da una conversazione avuta con mio nipote.- La voce un po' gli trema, l'amore non è un argomento facile per un soldato di frontiera, teme di non saper  usare le parole giuste.
Allora tace e lascia che il sentimento transiti dalla bocca agli occhi.
- Non so cosa dirle, Colonnello, ma per come la conosco io, Caterina Belgrano è da sempre ostile al matrimonio. Non si è mai voluta sposare. È una donna molto indipendente e con una spiccata tendenza al comando. Ha un carattere indomito, e non accetta mai di perdere. Quel suo soprannome, a ragione, se lo è guadagnato sul campo. A parer mio, mi creda, è davvero questa una impresa impossibile, ed il consiglio che amichevolmente  mi viene di darle, Colonnello, è quello di lasciar perdere.-
- Vede signora non amo neppure io perdere e, dalla mia parte, ho un curriculum di tutto rispetto per quel che concerne le strategie di difesa e quelle d'attacco ed intendo, con lealtà, avvalermene, Non le sto chiedendo scorciatoie letterarie nè, tanto meno, di apportare modifiche al carattere della Colonnella ma potrebbe, ad esempio, casualmente farci incontrare in uno dei suoi prossimi capitoli. - La bocca ha esaurito il compito difficile della richiesta ed ora tace imbarazzato, lasciando che tutte le altre parole, quelle che non è riuscito ad esprimere, quelle che più, invece, avrebbe voluto dire, transitino dal suo cuore agli occhi.

19 commenti:

  1. bravi ! Ma devo riconoscere che sono un po' geloso ...

    RispondiElimina
  2. Le lodi al nipote, bipartisan, sanno di inciucio. Ma tant'é, la verità non ha bisogno di accordi sottobanco: quando c'è non la puoi negare.
    Aspettiamo il seguito, anche se il caratterino della Colonnella fa prevedere scintille.

    RispondiElimina
  3. La sottoscitta sentitamente ringrazia, per le lodi e le critiche ma, soprattutto, per essere stata accolta in questo spazio :)
    Un bacio, Silas
    Marilena

    @gattonero
    insomma......non proprio inciucio, ma è l'affetto, l'entusiasmo e la consapevolezza che il ragazzo si farà strada, l'auspicio di due vecchi signori quali noi siamo, io ed il Colonnello, a farci sperticare di lodi nei confronti di Silas :)

    RispondiElimina
  4. Amaranta, bel racconto, molto harmonyoso e comunque concordo: il ragazzo si farà anche se ha le spalle strette, questo altr'anno giocherà con la maglia numero (trenta)sette!!!!!

    RispondiElimina
  5. Caterina e il colonnello sarebbero una bella coppia... ma voci di corridoio mi dicono che il nipote, silas, ha messo gli occhi addosso alla pupilla di suo nonno o zio... :-)

    RispondiElimina
  6. A nome del mio assistito, Silas Flannery, diffido chiunque dal diffondere illazioni e/o voci di corridoio infondate che lo riguardano. Si prega altresì di pubblicare la presente rettifica: "Silas Flannery non ha messo gli occhi addosso ad alcuna persona, sia essa reale o virtuale".

    Il mio assistito, già che passavo di qua, mi prega anche di ringraziare chi gli ha fatto complimenti che egli ritiene immeritati.

    RispondiElimina
  7. Se lo dice Ghedini, io mi cago addosso...

    "Silas Flannery non ha messo gli occhi addosso ad alcuna persona, sia essa reale o virtuale".

    Non vorrei mai pagare un risarcimento morale...

    :-)

    RispondiElimina
  8. Sior Ghedini, posso continuare a chiamare "nano" il suo assistito di tanto in tanto senza gravi conseguenze secondo lei?

    RispondiElimina
  9. Brava Usagi, esegui le volontà di Ghedini.
    (Signora Vaniglia, lei è già stata diffidata).

    RispondiElimina
  10. bello bello il racconto...dei vostri commenti non ho capito niente ma tant'è...volevo partecipare

    RispondiElimina
  11. Magistrato di Blogosfera8 novembre 2010 19:23

    Sono il magistrato di Blogosfera e, in base alle prove in mio possesso, posso decretare che in effetti una affinità affettiva esiste fra il nipote e la signorina Amaranta.
    Lo studio legale Ghedini come al solito ha preso una cantonata, ma visto il tipo di clientela speciale che ha (Mister B) lo posso capire benissimo.
    L'ultimo post della signorina Amaranta è abbastanza esplicativo. Parla di Luna e una finestra e guardando l'avatar del nipote.......

    RispondiElimina
  12. Caro Silas...Io sarò anche stata diffidata, ma tu sei stato accalappiato dall'Amaranta e ormai mi sa che ti tocca assoggettarti al tuo destino :-)

    RispondiElimina
  13. direi anch'io "d'altri tempi"..(passa gente strana, di qua a lasciar commenti, ultimamente, signor Flannery!)

    RispondiElimina
  14. Essendo stata chiamata in causa come teste dell'accusa, gradirei precisare quanto segue: è nella mia natura essere ingannevole, mostrare luce quando solo una parte di me ne dispone oppure nascondermi e restare lì, ad osservare e governare i cambiamenti altrui. Dunque, Vostro onore, non bisogna mai credere a una mia testimonianza, neanche a questa.

    RispondiElimina
  15. Il Magistrato di Blogosfera8 novembre 2010 20:06

    Ma signora Luna, io non parlavo della sua testimonianza:))))

    RispondiElimina
  16. Molto bello! Simpatico e arguto e...ora si brama di legger dell'incontro, suvvia!

    RispondiElimina
  17. Ancora grazie infinite Silas, per la tua ospitalità e la cordialità dei commentatori e per quella dei commenti e per l'atmosfera rilassante e scherzosa.
    Un bacio :)
    Marilena

    RispondiElimina
  18. meraviglioso, amaranta è bellissimo, falli incontarre tu che puoi, falli incontare e mostraci come quest'uomo sarà ridotto in brandelli!

    RispondiElimina